Appuntamenti

Fiocchi di... Pieve: il Natale 2008

3/12/2008 19:00:00 “Fiocchi di… Pieve”: ecco il ricco programma del Natale 2008 a Pieve Santo Stefano. Comune di Pieve, Pro loco, ComComPieve, Centro Commerciale Naturale “Vie di Pieve Santo Stefano”, Cassa di Risparmio di Firenze, Banca di Anghiari e Stia, Monte dei Paschi di Siena, Confesercenti e le Associazioni pievane tutte animeranno le vie e le piazze della prima valle disegnata dal Tevere in occasione delle prossime festività natalizie.
Si parte sabato 6, con l’accensione delle luminarie e la cena con musica all’ex Asilo “Umberto I”.
Domenica 7 sarà la volta delle originalissime “vetrine in movimento”: piccole passarelle d’abbigliamento e calzature che si staglieranno nella scenografia dei negozi pievani.
8 dicembre dedicato al mercato, arricchito dalla presenza degli hobbysti.
Sabato 13 aprirà lo stand di prelibatezze curato dall’Istituoto Alberghiero “Buonarroti” di Caprese Michelangelo: dalle 18, invece, sarà il momento della polenta di granoturco o di castagna preparata dall’Associazione micologica Bresadola.
Protagonisti della domenica 14 le bambine e i bambini della Scuola elementare col loro “progetto ambiente”.
Venerdì 19, alle 21 al Teatro “Papini”, andrà in scena il tradizionale e attesissimo concerto di Natale della Filarmonica “Ermanno Brazzini”, la più antica compagine bandistica della provincia.
L’indomani, sabato 20, alla degustazione in gelateria (ore 16) e al torneo di play station (16 e 30), seguirà l’esibizione della “Pieve Jazz Band” sotto le Logge del Grano.
Domenica 21 arriverà, carico di doni e sorprese, Babbo Natale, e atterrerà proprio sotto il grande albero di Piazza Fanfani.
Sarà visitabile, al Teatro “Papini” dal 20 al 22 dicembre, la mostra fotografica “Racconti Africani”, allestita da Daniela Moraldi.
Vigilia di Natale caratterizzata da “aspettando mezzanotte”, con happy hour dalle 17 e veglia intorno al falò.
Sono invece fissate per domenica 28 dicembre sia l’estrazione della lotteria “Compra a Pieve che ti premia” che la premiazione del presepe più bello tra quelli realizzati nei luoghi più suggestivi del paese: non mancheranno la musica e i balli con “Giulio e Francesco”.
Lunedì 5 si chiude in bellezza e tradizione con i befani e il racconto dell’antica novella.

Centenario Fanfani: 2 grandi eventi in "Una Pieve in Italia"

31/10/2008 15:30:00 A fine novembre, Pieve, città natale di Amintore Fanfani, vivrà altri due grandi eventi dedicati ai cento anni dalla nascita dello statista: un convegno scientifico nazionale dedicato al Fanfani ecologista il 28 novembre e, l’indomani, una passeggiata istituzionale attraverso le vie di Una Pieve in Italia. Sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica, con il logo del Ministero sia per i Beni e le Attività Culturali che delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e il sigillo della Fondazione Nazionale Amintore Fanfani.
L’Alto patronato del Presidente della Repubblica, il logo del Ministero sia per i Beni e le Attività Culturali che delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e il sigillo della Fondazione Nazionale Amintore Fanfani: è con questi insigni patrocini che il “Comitato per le celebrazioni nel centenario della nascita di Amintore Fanfani” (Comune e Provincia di Arezzo, Camera di Commercio, Comune di Pieve, Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo, Accademia Petrarca e Centro Studi “A.Fanfani”) promuoverà “Amintore Fanfani e l’ambiente: la montagna, le foreste, la bonifica, la difesa del suolo”, al Teatro Comunale “Giovanni Papini” per l’intera giornata del 28 novembre.
Il Professore pievano Adriano Gradi, dell’Università di Padova, e Franco Ciavattini, Segretario del Comitato aretino, hanno coinvolto Fiorenzo Mancini (Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forestali), Piero Roggi (Università degli Studi di Firenze), Tommaso Fanfani (Università degli studi di Pisa), Orazio Ciancio (Accademia Italiana di Scienze Forestali), Emilio Amorini e Fulvio Ducci (del Centro di Ricerca per la Selvicoltura di Arezzo), Silvio Mencaccini (Ufficio Territoriale per la biodiversità di Pieve Santo Stefano), Alessandro Mannucci (Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Arezzo), Diego Zurli (Ente Irriguo Umbro-Toscano). Poi, per la tavola rotonda del pomeriggio, l’Onorevole Luca Marcora (già membro della Commisione Agricoltura del Senato), Carlo Liviantoni (Vice-Presidente della Regione Umbria e Assessore Regionale alle politiche agricole e forestali), Maria Grazia Mammuccini (Amministratore dell’ARSIA della Toscana), Pietro Ralli (già Consigliere Regionale della Toscana) e Luigi Sacchini (Presidente dell’Ente Parco delle Foreste Casentinesi).
Il Sabato 29 Novembre 2008 andrà in scena “Una Pieve in Italia, cento anni dopo”: alle 15,30 l’intitolazione del Parco del Centenario “Amintore Fanfani 1908-2008”; alle 16, in Piazza Plinio Pellegrini, la scopertura del busto di Amintore Fanfani realizzato dall’artista Gualberto Rocchi e donato al Comune di Pieve Santo Stefano dagli amici romani di Amintore Fanfani, tra i quali l’Ambasciatore d’Italia Francesco Paolo Fulci, già Rappresentante permanente all’ONU; infine, alle 16,30, sempre presso il “Papini”, la presentazione della riedizione di “Una Pieve in Italia” per i tipi Marsilio Editore (collana “I Libri della Fondazione Fanfani”): saluteranno la riedizione dell’ormai introvabile testo storico-autobiografico di Fanfani il Sindaco di Pieve Lamberto Palazzeschi e la Vice Presidente della Provincia Mirella Ricci. Previsti gli interventi di presentazione e approfondimento di Ettore Bernabei, presidente del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Centenario, e dell’Assessore alla Cultura di Pieve Andrea Franceschetti.

RaiUno "Linea Verde Orizzonti" per i funghi di Pieve

11/10/2008 15:30:00 Sabato 11, Domenica 12 e Lunedì 13 Ottobre saranno i giorni della Mostra del Fungo. La tredicesima vetrina della mostra micologica, curata dall’Associazione “Bresadola” e patrocinata dal Comune di Pieve e dalla Comunità Montana Valtiberina Toscana, sarà seguita dalle telecamere di "Linea Verde Orizzonti", lo storico magazine dedicato ai mondi della natura e della tradizione (RaiUno, Domenica 30 Novembre, dalle 10 alle 10e30).
Le registrazioni della troupe di RaiUno si terranno Domenica 12 (in onda su RaiUno, Domenica 30 Novembre, dalle 10 alle 10e30) e si concentreranno sia sulla vocazione boschiva e “fungaiola” del territorio pievano che sulle razze di fungo più rare, commestibili e non.Stands espositivi aperti dalle ore 15 del Sabato alle 22 della Domenica e il Lunedì mattina la presentazione alle scuole del progetto “Compost”, a cura dell’IPSAA “A.M.Camati”.Durante la mostra, evento clou delle “Giornate della Civiltà Contadina”, sarà possibile degustare anche piatti tipici a base di castagne. All’evento è accompagnato il concorso “Il fungo più raro”, da consegnare alla mostra entro le 15 di Venerdì 10.A Pieve torna il primo canale di Stato ed è la quarta volta nel 2008: la prima con “Pieve in Poesia” a Gennaio, la seconda per il Comitato del centenario di Amintore Fanfani a Febbraio, la terza a Luglio per le celebrazioni al Castello di Mignano ed ora per l’autunno dei funghi.

Il nuovo Gonfalone

7/10/2008 16:10:00 Il Liceo artistico Istituto Statale d’Arte di Sansepolcro ha realizzato per Pieve Santo Stefano il nuovo Gonfalone ufficiale. Il lavoro, di preziosa fattura artigianale e artistica, è stato presentato alla popolazione nella Sala del Consiglio Comunale Sabato 4 Ottobre.
In mostra anche gli studi grafici di preparazione, le bozze, le valutazioni storiche e araldiche che hanno preceduto e accompagnato scientificamente tutte le fasi della lavorazione.Il Liceo artistico biturgense era rappresentato dalla Dirigente Anna Rita Borelli, dalle Professoresse Andreina Crispoltoni e Maria Inferrera, che lo scorso anno si sono prodotte nel coordinamento della realizzazione, e infine dagli assoluti protagonisti dell’opera, ovvero le studentesse e gli studenti.Il nuovo gonfalone, in raso di seta, è stato realizzato con tecnica mista, attraverso l’utilizzo della serigrafia, della pittura su stoffa e del ricamo manuale, senza però rinunciare all’utilizzo della più moderna programmazione informatica.Il Sindaco Lamberto Palazzeschi e l’Amministrazione comunale di Pieve, dopo aver seguito con attenzione e curiosità tutti i momenti di studio e confezione, hanno palesato alla cittadinanza un risultato storico per la rappresentanza ufficiale della prima valle disegnata dal Tevere, quella protetta da antiche torri e dal protomartire Stefano.

Pieve "Città robbiana" restaura la "Samaritana" (1510)

17/9/2008 11:30:00 Sono partiti Lunedì 15 Settembre e andranno avanti per circa un mese i lavori di restauro della pala in terracotta invetriata “Gesù e la Samaritana al pozzo” (vedi particolare nella foto di Luigi Burroni), capolavoro del 1510 di Girolamo della Robbia, conservato presso la Sala del Consiglio Comunale.
L’intervento, autorizzato dalla Soprintendenza per i Beni Artistici di Arezzo, rientra tra quelli finanziati dalla Provincia di Arezzo in vista dell’evento "I Della Robbia: Dialogo delle Arti nel Rinascimento" (21 Febbraio – 7 Giugno 2009).Incaricate del delicato restauro sono le dottoresse aretine Daniela Lepri e Rossana Parigi che si concentreranno sulla pulitura dalle polveri superficiali, sullo stucco delle lacune e sulla reintegrazione pittorica. Saranno recuperate anche quelle porzioni di muro che risultino disarmoniche.Oltre ai personaggi principali (Gesù e la Samaritana), l’affascinante terracotta di Girolamo ripropone, sullo sfondo, la luce dei luoghi, anche francescani, della Valtiberina e del Casentino, con scorci rupestri di boschi, con animali, con fortificazioni, torri ed edifici cittadini.Pieve "Città robbiana" vanta anche altre opere dei Della Robbia, quali gli stemmi esterni del Palazzo Pretorio Comunale, l' "Assunzione della Madonna tra i Santi" e il "Martirio di San Sebastiano" (entrambi conservate all’interno dell’insigne Collegiata di Santo Stefano) e la "Madonna fra i Santi" nella Chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Valsavignone.

« 1 ... 34 35 36 (37) 38 39 40 ... 42 »