Avvisi

Difensore Civico: gli orari di Pieve

17/8/2007 12:50:00 Il Difensore Civico, Avvocato Silvia Guerra, è presente negli uffici comunali di Pieve Santo Stefano per due volte al mese:
il primo lunedì del mese e il terzo venerdì del mese, con orario 11-13.
Dal mese di agosto 2007, anche i cittadini del Comune di Pieve Santo Stefano possono avvalersi dell'importante figura del Difensore Civico al quale possono rivolgersi tutti quelli che vogliano segnalare problemi relativi all'amministrazione comunale.
L'Avvocato Silvia Guerra è disponibile a ricevere anche su appuntamento ed è contattabile tramite l'Ufficio di Segreteria del Comune (0575/797721).

Servizi migliori, tariffe inalterate

19/2/2007 16:40:00 Servizi migliori a tariffe inalterate grazie all'ottenimento e alla gestione dei contributi regionali dell'ultimo biennio. Fa piacere poter leggere, tra le pagine della Relazione del 18/12/2006 della Giunta Regionale sull'attuazione della legge regionale 27 luglio 2004, n. 39, concernente norme a favore di Comuni montani e di piccoli Comuni in situazione di disagio (a cura del Settore affari istituzionali e delle autonomie locali), che l'amministrazione del Comune di Pieve Santo Stefano sia presa ad esempio per le misure di sostegno di cui ha beneficiato e per la loro ricaduta positiva sia sui servizi resi all'utenza (migliorati) che sulle tariffe (rimaste inalterate).
Da pagina 22 si legge testualmente: "Qui di seguito viene riportato l'esempio di un comune (Pieve Santo Stefano) che ha beneficiato – negli anni 2004-2006 – della pluralità delle misure di sostegno previste dalle politiche regionali […]. Il comune di Pieve Santo Stefano ha percepito, oltre ai contributi per le gestioni associate e a quelli previsti dalla legge regionale n. 39 del 2004, i contributi regionali previsti dalla legge regionale n. 70 del 2005, relativamente all'edilizia scolastica, dalla legge 431 del 1998, per l'integrazione dei canoni di locazione, e dalla legge regionale n. 67 del 2004, relativa all’approvazione dei piani comunali di classificazione acustica". La serie di dati numerici che segue si conclude nell'osservazione che "il contributo ha aiutato nella gestione in economia di tutti i servizi resi all'utenza consentendo di migliorare la qualità di alcuni servizi senza aumentare le tariffe a carico degli utenti".

Comitato Storico Culturale "Amintore Fanfani 1908-2008"

31/1/2007 8:50:00 Con delibera della Giunta Municipale e con lettera recapitata agli Eredi della Famiglia di Amintore Fanfani, alle Cittadine e ai Cittadini, alle Associazioni, alle realtà economiche, al Sindaco del Comune di Arezzo, al Presidente della Provincia di Arezzo, al Presidente della Fondazione “Amintore Fanfani”, al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente del Senato della Repubblica e al Presidente della Camera dei Deputati, l’Amministrazione comunale pievana, in nome della Cittadinanza di Pieve Santo Stefano, paese natale di Amintore Fanfani (6 febbraio 1908), ha promosso la nascita del "Comitato Storico Culturale Amintore Fanfani 1908-2008", aperto alla partecipazione e all’iniziativa delle Cittadine e dei Cittadini, delle associazioni, delle forze economiche.
In stretto rapporto con gli eredi dello statista pievano, in collaborazione e sintonia con la Fondazione romana che dal 2005 porta il suo nome e con il Comune e la Provincia di Arezzo, il Comitato si propone la creazione di eventi comuni di celebrazione del centenario della nascita di Fanfani, prevedendo, fra gli altri obiettivi, il coinvolgimento diretto della popolazione locale (attraverso la raccolta di testimonianze orali e di documentazione scritta, fotografica e audiovisiva), la ristampa di Una Pieve in Italia (Milano, Mondadori, 1964 e, da Marzo 2008, per i tipi Marsilio Editore), il recupero e l’esposizione a Pieve Santo Stefano di scritti autobiografici e opere artistiche del compianto illustre concittadino. Il tutto sotto la responsabilità del Sindaco Lamberto Palazzeschi e con il coordinamento dell’Assessore alla Cultura Andrea Franceschetti. Con l’auspicio che il Comitato possa farsi, in sinergia con la famiglia Fanfani i cittadini e le istituzioni, veicolo del ricordo più degno di questo grande figlio di una Pieve in Italia.

Gemellaggio Pieve - La Roca

29/12/2006 12:50:00 Pieve gemellata con La Roca del Vallès: on line il protocollo d'intesa fra le Città del Diario italiana e spagnola.

Presentato ufficialmente nella seduta del consiglio comunale di giovedì 30 marzo 2006, ecco il protocollo d’intesa finalizzato al gemellaggio fra le due città dell’autobiografia e della memoria popolare Pieve Santo Stefano e La Roca del Vallès (Spagna). È stata infatti molto fruttuosa per la Città del Diario la trasferta in Spagna da martedì 7 a domenica 12 marzo. La città catalana meta della spedizioneè uno dei partner del progetto “Raccontare l’Europa” ed è un centro europeo orientato alla promozione della pratica autobiografica. Nei suoi anni di attività ha promosso la divulgazione del metodo autobiografico. La delegazione pievana contava anche sulla presenza del Sindaco Lamberto Palazzeschi e dell’Assessore alla Cultura Andrea Franceschetti e i due, insieme ai loro omologhi spagnoli (il Sindaco Miquel Estapé Valls e l’Assessore Caterina Palma Rovira) hanno scritto e sottoscritto il seguente protocollo: “Interpreti dello spirito europeo, promotori della conservazione della scrittura autobiografica e della memoria popolare, i Comuni di La Roca del Vallés (Catalogna-Spagna) e Pieve Santo Stefano “Città del Diario” (Arezzo-Italia), dopo più anni di amicizia e collaborazione culturale si sono incontrati in data giovedì 9 marzo 2006 nella città di La Roca del Vallès nelle figure dei due sindaci Miquel Estapé Valls e Lamberto Palazzeschi e degli Assessori alla Cultura Caterina Palma Rovira e Andrea Franceschetti e del responsabile dell’Arxiu de la Memòria Popular Giovanni Marzocchi, e sono pervenuti, dopo accurati e proficui interventi, confronti e riflessioni, alla decisione felicemente condivisa di stendere la presente bozza di accordo per la stipula di un gemellaggio fra le due città italiana e spagnola dell’autobiografia e della memoria popolare. Il presente documento sarà letto e ratificato nelle appropriate e rispettive sedi istituzionali locali. Presupposti e finalità primi dell’accordo di gemellaggio sono la valorizzazione dell’operato della Fondazione Archivio Diaristico Nazionale e dell’Arxiu de la Memòria Popular, il comune e forte cammino di impegno nella tutela e nella promozione della memoria popolare e autobiografica, la volontà di ulteriore avvicinamento fra le due città e le due rispettive Regioni e Nazioni di appartenenza, la collaborazione nella creazione di compartecipati eventi educativi, culturali e turistici rivolti alle giovani e ai giovani, alle studentesse e agli studenti, alle donne e agli uomini pievani e catalani, la condivisione dei più alti valori fondanti il vivere libero, pacifico e comune in Europa, la prospettiva di cooperazione nello sviluppo sociale ed economico delle due città. In attesa di provvedere al più presto alla stesura degli atti ufficiali, alla predisposizione della cartellonistica stradale, alla presentazione pubblica del gemellaggio, i due Sindaci si stringono simbolicamente la mano, auspicano il favorevole accoglimento di questo primo documento da parte delle assemblee politiche cittadine e lo firmano seguiti dai rispettivi Assessori delegati alla Cultura”.

On line il nuovo Sito Web del Comune

20/12/2006 10:10:00 Tutti i cittadini e i turisti avranno la possibilità di apprezzare maggiormente Pieve Santo Stefano, attraverso le numerose informazioni che sono e che sopratutto saranno pubblicate in queste pagine.
Il sito sarà un valido aiuto per usufruire al meglio dei Servizi che il Comune offre alla comunità e ai turisti.

Il sito web e l'applicativo che permette l'aggiornamento costante e in maniera autonoma da parte degli uffici del Comune sono stati sviluppati da SamueleNet web agency.


Buona navigazione!

« 1 ... 25 26 27 (28)